Winners

FINALE NAZIONALE Milano, 6 Dicembre 2016

L'evento di celebrazione finale di Startup Europe Awards 2016, Edizione italiana — #SEUAItaly2016 — si è tenuto martedì 6 dicembre, dalle ore 8:30, a Milano. Una vera ”maratona" dell'innovazione che ha visto ospiti le 50 startup finaliste accompagnate da tutti i co-organisers regionali d'Italia, i 4 premiati speciali [Panoxyvir, la startup che ha appena vinto il Premio Nazionale Innovazione]; e ancora, i giurati provenienti da 9 organizzazioni europee (EBAN, EEN, Yes For Europe, Singularity University Italy, Network Society Ventures, Oltre Venture, IAG Italia Angels for Growth, EY Ernst & Young, X23), "l'ambassador" del Parlamento Europeo Marco Zanni, ed esponenti della Commissione Europea (Vanessa Ricci, EASME, in collegamento da Brussels). Un messaggio di saluto è stato inviato dalla presidente di EBAN Candace Johnson, mentre in sala era presente Jacopo Losso che ha partecipato alla selezione dei 10 vincitori.

Poi, un nutrito numero di ospiti: David Orban, che ha tenuto la platea col fiato sospeso in circa 40 minuti di talk dal titolo "Organizzazioni esponenziali, decentralizzazioni: sei davvero una startup o vuoi esserlo?"; Ugo Parodi Giusino, CEO di Mosaicoon; Eric Ezechieli che — è il caso di dirlo – ha rivelato ai presenti i principi delle società "for benefit” (B-Corporations).

Hanno moderato 2 figure d'eccezione come Emil Abirascid (StartupBusiness) e Francesco Inguscio (Nuvolab), seguiti da un brillante Emanuele Frontoni, ricercatore all'Università Politecnica delle Marche. Carlo D'Ippolito ha infine moderato 20 minuti di panel politico e industriale sul tema dell'ecosistema startup, incalzando Renato Galliano, Alvise Biffi, Federico Barilli e Federica Ortalli.

Giuseppe Laquidara (X23) ha condotto la giornata e Marika Mazzi Boém (X23, Country Manager, International Network Manager SEUA) ha partecipato ai lavori della giuria, assegnando anche uno dei premio nazionali. Il Country Manager, anche su parere dei co-organisers regionali, ha assegnato a nome di SEUA - Startup Europe Awards, alla Loccioni Group (Ancona, Italy) il premio speciale "Best Business Booster"; alla Città di Modena il premio speciale "Virtuous Public Authority”; ed all'Università Politecnica delle Marche il premio speciale "SEUA Academia", per l'edizione 2016 – hanno ritirato rispettivamente Giovanni Bertugli, Luca Lattanzi ed Emanuele Frontoni.

I Vincitori di SEUAItaly2016

Le 10 posizioni sono considerate ex-aequo, così come è stato durante tutte le fasi regionali, quando gli organizzatori, per regolamento, non hanno mai esposto ai promossi l'ordine d'arrivo, per non influenzare la giuria finale.

I vincitori che accedono al girone europeo affronteranno, a Brussels, le vincitrici provenienti dagli altri Stati Membri.


Ecco tutte le italiane, in ordine alfabetico:

I Premiati Nazionali, e la giuria che li ha assegnati


Oltre 25 altri Premi Nazionali #SEUAItlay2016
sono stati assegnati dalla giuria, che ha scelto sulla base dell'originale confronto "War of the Worlds", avvenuto per ben 2 volte alla fine dei pitches.

I giurati, infatti, hanno dapprima affrontato gli startupper dei gruppi A, B e C, e poi nel pomeriggio quelli dei gruppi D ed E, incalzandoli con domande e provocazioni a bruciapelo.

E mentre le score-tables erano già state inviate al calcolatore che iniziava l'elaborazione su base algebrica dei primi 10 in graduatoria, le 2 "War of the "Worlds" servivano alle startup per tentare l'arrembaggio, accaparrarsi i premi "in kind" (in servizi high-level ed in un percorso d'investimento offerto da Network Society Ventures), ed impressionare definitivamente la giuria per la Consensus finale.


I giurati hanno un ruolo doppiamente cruciale nella Finale Nazionale di #SEUAItaly2016

Oltre a votare le startup in competizione per assegnare i 10 posti di "Finalista Europeo", inviando le dieci migliori a rappresentare l'Italia nel confronto con gli altri "eccellenti" degli altri stati membri, i giurati hanno selezionato alcune startup "preferite", assegnando loro i prestigiosi "Premi Speciali". La giuria si è infatti composta da professionisti del mondo Venture Capital, servizi high-level alle startup, accelerazione, finanza, progettazione e manangement complesso di processi innovativi, norme, schemi e programmi H2020.


Le startup premiate ed i giurati che le hanno prescelte per i Premi Nazionali #SEUAItaly2016 sono dunque:

I Premiati Speciali

I Premi Speciali di SEUAItaly2016 sono stati assegnati a:
Premio Speciale "PNI - Premio Nazionale Innovazione" assegnato a: Panoxyvir – Cat. Health
Panoxyvir

Premio PNI, Panoxyvir


Il PNI è una sorta di “coppa dei campioni” tra i progetti d’impresa hi-tech provenienti principalmente dalla ricerca accademica. Per questo, abbiamo scelto che il "campione" d'Italia venisse a rappresentare l'innovazione di questo paese insieme alla altre 9 migliori classificate; e, dopo aver presentato SEUAItaly2016 alle platea della finale del PNI, al Teatro Strocchi di Modena il 2 dicembre 2016 (external link), abbiamo preso il testimone e riservato un posto ex aequo tra le nostre 10 finaliste, al vincitore assoluto PNI 2016, Panoxyvir (external link).

Premio speciale "Virtuous Public Authority” assegnato a: Città di Modena
Città di Modena

Premio Virtuous Public Authority, Città di Modena


Quest’anno, Modena ha interpretato al meglio i criteri di Startup Europe Awards, richiamando nella finale regionale Emilia Romagna un numero elevato di startup che hanno coperto tutte le categorie in competizione, e coinvolgendo con completezza, nell’azione di organizzazione, soggetti pubblici, privati, dell’impresa, della creatività e dell’economia presenti nel suo territorio. A Modena, la finale regionale #SEUAItaly2016 si è tenuta alla presenza del sindaco Gian Carlo Muzzarelli (external link) che ha dato avvio ai lavori, in uno spazio – il Makers Modena Fab Lab (external link) di Strada Attiraglio 5/a – che, ha spiegato il sindaco, “è stato recuperato dall’abbandono e trasformato in un’area straordinaria dedicata alle nuove idee d’impresa, con intervento diretto della Municipalità”. A metà 2016, erano 145 le startup innovative insediate sul territorio modenese, posizione equivalente al sesto posto nazionale, prima tra le città non capoluogo di regione. Quest’anno, poi, Modena ha ospitato il Premio Nazionale Innovazione (external link) (1 e 2 dicembre), incaricandosi di sostenere non soltanto l’innovazione del proprio territorio, ma – andando anche oltre i confini regionali – ospitando la spinta innovativa dell’intero paese. SEUAItaly2016 assegna dunque al Comune di Modena il premio “Virtuous Public Authority”, per aver così reinterpretato in chiave contemporanea il motto della città: “Avia Pervia, rendere possibile l’impossibile.”

Premio speciale "Business Booster” assegnato a: Gruppo Loccioni
“Loccioni

Premio Business Booster, Loccioni Group


Loccioni è una “Play Factory”, perché – dal website dove esprime la propria philosophy: “…è nel gioco che l’essere umano esprime il massimo della sua intelligenza.” (I. Hosoe (external link). ”L’impresa play non è gerarchica, ma ha un’organizzazione orizzontale, in cui possiamo crescere per merito e passione. Mette insieme e fa dialogare generazioni, culture, mercati diversi, accomunati dall’obiettivo di migliorare la qualità della vita delle persone in modo responsabile e sostenibile. La Play Factory non è un posto di lavoro, ma un posto in cui poter lavorare, esprimere le proprie potenzialità, realizzare il proprio sé personale e professionale.” Per questo, abbiamo deciso di premiare Loccioni come “Business Booster”, industria in grado di dare slancio a nuove idee d’impresa e giovani talenti. Loccioni stessa – dice Luca Lattanzi, della Research for Innovation (external link) – “nasce come una startup, 40 anni fa”, e spicca nel mondo come esempio antesignano di quel che oggi definiamo “unicorno”. Un significativo, prezioso film esprime al meglio, e più d’ogni altra didascalia, il sogno [con gli occhi del futuro] di Loccioni: guardalo qui (– 2Km di futuro – external link)

Premio speciale “Academia Tech Transf” assegnato a: Università Politecnica delle Marche
“Università

Premio Academia Tech-Transf, Università Politecnica delle Marche


Secondo il Rapporto sull'imprenditorialità nelle Marche (external link) che il Centro per l'Innovazione e l'Imprenditorialità redige da alcuni anni, e che nel 2016 affronta in particolare il tema della formazione imprenditoriale, negli ultimi anni il territorio su cui opera l’Università Politecnica delle Marche (UNIVPM) è risultato fra i più vivaci in Italia nell'avvio di nuove imprese in settori high-tech. UNIVPM è punto di riferimento per le attività di ricerca sull'imprenditorialità e nell'avvio e sperimentazione di attività di promozione e sostegno alle giovani imprese. Nel 2001, ad esempio, ha sostenuto l'avvio di ECapital (external link), una delle prime business plan competition universitarie in Italia. Da quell'anno, UNIVPM ha promosso la nascita di circa 50 spin-off, 38 dei quali sono ancora attivi – dato, questo della longevità, profondamente significativo per una giovane iniziativa d’impresa. Prima ancora del Decreto Sviluppo, in collaborazione con il Comune di Jesi (external link) e il Gruppo Industriale Maccaferri (external link), UNIVPM ha promosso la nascita di JCube (external link) (che è stato il primo incubatore certificato nelle Marche). Il Contamination Lab (external link), infine, è l'ultima iniziativa in questo ambito: in assenza di finanziamenti statali, la Politecnica ha creduto nel progetto, ed ha dunque finanziato l'iniziativa interamente con fondi propri!


Tutti i giurati

I giurati hanno votato singolarmente e senza consultarsi l'un l'altro. Le valutazioni per il premio europeo (elezione delle 9 startup + 1 dal PNI utile per accedere alla fase di competizione EU a Brussels nel 2017) sono avvenute su mera base algebrica. La valutazione che ogni giurato ha espresso per assegnare il premio nazionale messo a disposizione dalla propria organizzazione ad una o più startup, invece, si è basata su esame soggettivo senza score, autonomo per ognuno dei giurati e per conto della propria organizzazione.
X23 Srl
Country Manager for #SEUAItaly2016 and SEUA International Network Manager
Oltre Venture
and
EEN Italy — Enterprise Europe Network, the 6 Italian Consortia (covering the whole country)
EBAN - European Business Angels Network
EY - Ernst & Young Italy
and
YES for Europe - European Conferedation of Young Entrepreneurs